venerdì 12 febbraio 2016

Sanremo 2016: terza serata

Serata dedicata alle cover quella di ieri per il Festival di Sanremo.
Sorprende l'interpretazione di Clementino che conquista la stampa, 
e lascia a bocca aperta la capacità di Rocco Hunt, di trascinare un pubblico come quello del Festival in un momento più da concerto che da Sanremo;
Opinabile (ma non troppo visto il personaggio) la scelta della grande Patty Pravo di fare la cover di sé stessa;
Vincono però gli Stadio con "La sera dei miracoli" di Lucio Dalla, momento da occhio lucido e gigantografia del grande amico alle spalle.

Passiamo ora ai look...
La Ghenea ha deciso di non vestirsi in questa terza serata o comunque di lasciare intravedere molto, rendendo così felice il pubblico maschile.
Gli abiti, firmati da una delle più grandi maison di alta moda francesi, Vionnet, osavano forse un po' troppo. Tra décolleté e slip in mostra, non c'era più molto da immaginare.
Altro sbaglio per la bella Annalisa, longdress uguale a quello della sera precedente, ma in rosso.
Annalisa, come dobbiamo dirtelo che ti "strizza" un po' troppo?

sanremo2016

sanremo2016

vionnet



Migliore la scelta di questa serata per Arisa che con il tocco glam rock, non ci dispiace.
Applausi a Noemi in Bianca Gervasio. La mise scelta la rendeva chic.
Non molto adatto neanche il vestito bianco scelto da Dolcenera, ma si può soprassedere, abbiamo visto di peggio...
Ad esempio il completo di Francesca Michielin che stonava, non poco, con la splendida cover cantata e interpretata in maniera quasi perfetta.


sanremo2016

sanremo2016

bianca-gervasio

sanremo2016


Per fortuna c'è stata la presenza della stilista italiana Donatella Versace a rendere tutto più movimentato. 
Brava Virginia, ma come l'avrà presa l'originale?

Nessun commento:

Posta un commento