mercoledì 3 dicembre 2014

Man Ray, una mostra da non perdere




Fino all'11 gennaio 2015 siete ancora in tempo per decidere di trascorrere un pomeriggio piovoso (visto che ce ne sono tanti) a Villa Manin (Passariano di Udine)  in compagnia dei capolavori di Man Ray.

Una mostra adatta ad appassionati e non, divisa in 19 stanze accompagnate da un audioguida che vi aiuterà a comprendere meglio ciò che vedrete e la vita stessa del grande artista.
Foto, dipinti, interviste, video, citazioni: non manca nulla.
Come sempre a Villa Manin sanno regalare il meglio.


Per chi non conoscesse nulla di Man Ray ecco un breve schema riassuntivo della sua lunga e ricca vita:
-Nasce in Finlandia nel 1890 con il nome di Emmanuel Rudzitsky
-cresce a New York
-nel 1912 inizia a firmare le sue opere con lo pseudonimo di Man Ray (tale pseudonimo significa "uomo raggio")
-nel 1919 dipinge le sue prime aerografie
-esponente del dadaismo, fondò il ramo americano di questa corrente insieme a Marcel Duchamp
-intorno al 1920 segue l'amico Duchamp a Parigi dove conosce gli artisti più influenti dell'epoca
-nel 1922 produce i suoi primi fotogrammi che lui chiama "rayographs"; questa è una tecnica che indica un'immagine fotografica ottenuta poggiando oggetti direttamente sulla carta sensibile
-nel 1924 nasce il surrealismo ed Emmanuel sarà il primo fotografo a definirsi proprio surrealista
-lo scoppio della seconda guerra mondiale lo costringe a ritirarsi negli Stati Uniti, egli era infatti di origine ebrea
-finito questo periodo torna a Parigi
-nel 1975 espone le sue fotografie alla Biennale di Venezia
-muore nel novembre del 1976 a Montparnasse

Fotografo, scultore, pittore... un artista a 360 gradi.
Non perdetevi l'occasione di ammirare i suoi lavori da vicino :)




Nessun commento:

Posta un commento