mercoledì 27 agosto 2014

ZARA, ti amo lo stesso.

Stamattina mi sveglio felicissima consapevole della giornata che mi aspetta a Udine con le mie adorate girls. Mi preparo, vado in stazione, prendo il treno, arrivo. 
Andiamo a pranzo, beviamo il caffè e tra tutte e le tante chiacchiere facciamo un giro per negozi approdando, ovviamente, da ZARA che con tutto lo splendore dei suoi due piani ci attrae dentro come fosse una calamita.


Mi destreggio tra i vari stand della nuova collezione quando tutte e quattro notiamo una piccola folla concentrata in un punto ben preciso... è così che ci accorgiamo che tutto il rimanente della primavera/estate è stato messo in super svendita. 
Ci dirigiamo anche noi da quella parte e iniziamo a guardare, è allora che inizia il mio declino:
- vedo le espadrillas che tanto mi piacevano, cerco e ricerco: non c'è il mio numero.
- vedo una giacca bianca, niente taglia
- ne punto un'altra verde, ma niente da fare
- allora noto un maglioncino bianco con delle perline, guardo, trovo la taglia, vado in camerino, lo provo, mi piace... "evvai", penso, "questo me lo porto a casa", non faccio in tempo a finire il mio pensiero che mi rendo conto che una parte dello stesso è sfilacciato. allora torno allo stand e cerco, ma nulla, sono tutti rovinati
- infine adocchio un paio di sandali color rosa shocking e con il tacco tondo. è amore a prima vista.
mi lancio subito alla ricerca del numero e quando trovo il 37 non mi sembra neanche vero. mi siedo. lo provo. ed ecco: una delle poche volte in cui necessito del 38.
Maledizione.
Morale della favola: sono e anzi siamo tornate tutte a casa a mani vuote, ma felici per la splendida giornata passata insieme! :)




Nessun commento:

Posta un commento