mercoledì 23 luglio 2014

Cent'anni di solitudine

"La necessità di sentirsi triste si andava trasformando in lei in un vizio a mano a mano che la devastavano gli anni. Si umanizzò nella solitudine."
(Cent'anni di solitudine)





E' questo il libro che vi consiglio oggi. Cent'anni di solitudine di Gabriel Garcia Marquez, il grande scrittore che ci ha abbandonati lo scorso 17 aprile.
Questo è uno dei suoi più famosi capolavori, definito l'opera più grande della narrativa spagnola dopo Don Chiosciotte. E' sostanzialmente la storia di una grande famiglia ed è un grande romanzo verso cui all'inizio ho fatto fatica ad approcciarmi.
A chi mi chiede cosa ne penso rispondo che, a mio parere, Cent'anni di solitudine è un capolavoro di cui si capisce la genialità solo arrivati la fine e che è proprio questo mistero che ti fa stare con il fiato sospeso e che ti fa venire voglia di divorarlo.
Assolutamente da leggere.
Come diceva l'autore stesso all'interno troviamo i protagonisti di quel "romanzo ideale capace di rivoltare la realtà per mostrarne il rovescio."

Buona lettura e vi aspetto venerdì con il post dedicato alla moda!




4 commenti:

  1. Questo è senz'altro uno dei libri che avevo in mente di leggere quest'estate! :D
    Finalmente riesco a seguirti anche qui su blogger, dopo mesi di following su Instagram. Meglio tardi che mai! xD Passa a trovarmi, se ti va. :)

    Connie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi fa molto piacere ritrovarti anche qui :)
      leggilo il libro, merita davvero e poi fammi sapere :)
      un bacio

      Elimina
  2. Adoro questo libro! Studiato mentre frequentavo il liceo linguistico, quindi negli ultimi anni abbiamo trattato anche la letteratura spagnola, ma ancora devo leggerlo per intero.
    Bel blog complimenti :) Sono una nuova follower

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille cara :)
      leggilo per intero che merita essere letto completamente!
      buon fine settimana!

      Elimina