lunedì 19 maggio 2014

Il Vintage e il suo intramontabile fascino...

Il fascino del Vintage è intramontabile.
Tutti gli oggetti, gli accessori e gli indumenti che si tirano fuori infilando il naso nei classici bauli immensi e stracolmi delle nonne, in quelle soffitte spesso impolverate dimenticate da tutti.
Sono questi gli elementi che rendono il "vecchio" un qualcosa da riadattare e rivventare, trasformandolo in "nuovo e moderno".
Ieri sono stata a uno di questi mercatini a Sesto Al Reghena (PN), il SEXTO VINTAGE, e ho respirato tutto il fascino di cui vi ho parlato sopra.


Dopo mi sono spostata a Portogruaro (VE) dove era in corso una rievocazione storica dedicata ai DOGI, è questa infatti chiamata anche "la città dei Dogi".
Anche qui tra personaggi vestiti con i costumi dell'epoca e artigiani che lavoravano il legno, per un momento mi è sembrato di vivere in un'epoca diversa dalla nostra.
Sempre a Portogruaro passeggiando, io e il mio ragazzo, ci siamo imbattuti in una libreria molto carina, in legno all'interno della quale si trovano libri e volumi molto particolari e difficilmente trovabili in altre librerie. Siamo stati bravi e ne siamo usciti solo con due SOGNALIBRI per ricordo.

Per concludere il giro, ho cenato da ARNOLD'S sempre a Portogruaro.
In questo caso mi sono lanciata nel  mondo di Fonzie e i suoi amici. Ebbene si, non è solo il nome a ricordarci Happy Days, ma anche il locale e lo stile interno, oltre al jukebox funzionante, alle fotografie attaccate ai muri e alla musica in sottofondo.
Insomma, una domenica all'insegna del "vecchio" o se preferite del "vecchio nuovamente nuovo" e della nostalgia che è in grado di scatenare.


















2 commenti:

  1. adoro queste fiere, quando riesco vado a iseo per il vanitas, devo fare scorta di stampe come la copertina d'epoca di vogue!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si,sono meravigliose. dove sono stata io erano talmente tante che era impossibile guardarle tutte...

      Elimina