lunedì 15 ottobre 2012

Caro maestro e la voglia di tornare bambina

"Basta, per oggi ho finito con lo studio." Sistemo la scrivania ( che ogni giorno si trasforma in un campo di battaglia) e vado da mia sorella...
Con una fumante tazza di thè al caramello e vaniglia, una fetta di torta al cioccolato appena sfornata e una copertina, ci mettiamo sul divano e cominciamo a fare zapping tra una chiacchiera e l'altra: 30,31,32,33,34... e poi eccola la canzone che mi è tanto familiare e che mi riporta immediatamente indietro nel tempo...
Il tempo in cui ero bambina,
il tempo in cui spensierata giocavo e mi divertivo con niente,
il tempo che mi faceva attendere con ansia la merenda perchè sapevo che mi aspettava li pronta, preparata dal mio papà ogni giorno,
il tempo delle risate a perdifiato,
il tempo in cui tutti mi sembravano buoni e non diffidavo di nessuno,
il tempo in cui noi bambini potevamo ancora giocare per strada senza nessun timore,
quel tempo chiamato INFANZIA...
e mi perdo cosi tra i ricordi riguardando quel telefilm che ho tanto amato e che amo ancora proprio per le sensazioni che mi regala anche ora a distanza di quasi diciasette anni..
CARO MAESTRO E LA VOGLIA DI TORNARE BAMBINA!

4 commenti:

  1. è proprio vero: ogni tanto vengono in mente molte sensazioni e ricordi di quando si era piccoli.. e arriva anche un po' di nostalgia.. bisogna dire che siamo stati fortunati ad aver avuto una così bella infanzia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai proprio ragione Emy, siamo state davvero fortunate ;)

      Elimina
  2. Bellissimo post (: Reb, xoxo.

    *Nuovo post sul mio blog,
    fammi sapere cosa ne pensi ;) eccoti il link:
    http://www.toprebel.com/2012/10/1314-ottobre-2012-sermoneta_16.html

    RispondiElimina